menu Home chevron_right
Revman

Revman Sono un poliziotto che canta in rap la legalità

Revman | Luglio 14, 2020
Revman Sono un poliziotto che canta in rap la legalità

Revman ” Sono un poliziotto che canta in rap la legalità e l’impegno contro la mafia”

Esiste anche un rapper senza tatuaggi. Forse perché vuole distinguersi.

E gli riesce bene, anche perché è l’unico a essere anche poliziotto: Revman è rapper per passione, ma di mestiere, e col suo nome, che è Sebastiano Vitale, è agente al commissariato di piazza San Sepolcro. E chi pensa che le due attività, tutore dell’ordine e interprete di una musica che spesso esalta droga, soldi facili, crimine, siano in conflitto deve solo ascoltare il 28enne Revman-Vitale. Il discorso, nel suo caso, è totalmente diverso: i suoi messaggi sono positivi, di invito a rispettare le leggi come non guidare da ubriachi, o la battaglia contro la violenza di genere. E non a caso va a cantare anche nelle scuole, e i liceali si trovano davanti uno che si muove come gli piace, ma dicendo cose ben diverse dai loro idoli.

(repubblica.it)
Per leggere l’articolo intero andare sulla fonte QUI

Written by Revman




Contatti Revman

error: Content is protected !!